Fatto a mano: Nutella fatta in casa semplice e deliziosa!

Amo le cose fatte in casa, per tante ragioni: amo il piacere di farle per le persone amate; amo il piacere di scegliere i prodotti migliori, sceglierli con cura, per ottenere il risultato migliore e più buono; amo la gioia nel vedere il risultato finale e l’apprezzamento dei commensali.

Mi piace cercare e/o inventare quelle ricette più o meno semplici da tenere custodite nel cuore e nel mio blog, per poter un giorno dare ai miei figli quello che hanno tutti i bambini, senza a scendere a compromessi con i prezzi, la qualità o i brand.

Si sa che nelle merendine per i bambini, ma anche in quelle per adulti, non si trova sempre il meglio del meglio in fatto di ingredienti e, sopratutto, sono piene di conservanti e “schifezze” varie che non sempre aiutano a dare qualità al prodotto.

La Nutella, penso sia la merenda per eccellenza. Chiunque, a qualsiasi età (e spesso e volentieri non solo da adolescente) ha avuto un incontro ravvicinato con lei!

Quanti hanno provato ad imitarla (devo ammettere che la Lindt ha fatto una bella riuscita, personalmente mi piace anche di più per certi versi), quanti hanno provato a migliorarla?

Oggi ci ho provato anche io (per carità, la Nutella resta comunque sempre la Nutella, ma preferisco scegliere io cosa mettere sul mio panino, a partire dagli ingredienti.

Così ho gironzolato per internet, ho trovato una ricetta e mi ci sono tuffata!

Il risultato direi che è eccezionale, squisito e sicuramente molto meno calorico e più salutare del capo indiscusso, ma mi accontento 🙂

Vi presento: la MaNutella.

Ingredienti:

  • 130 gr di Cioccolato fondente 70% o superiore;
  • 70 gr di Nocciole Sgusciate (meglio tostate ma io le ho provate normali e vanno benone lo stesso);
  • 40 gr di Burro;
  • 80 gr di zucchero (semolato o integrale a piacere) ;
  • 150 ml di latte (possibilmente intero);

Preparazione:

– Con il frullatore, frullare lo zucchero fino ad ottenere la consistenza dello zucchero a velo;

– Aggiungere le nocciole sgusciate (se volete tostarle, basterà metterle in forno a 100° per circa 10-15 minuti) ed amalgamare i due ingredienti;

– Spezzettare il cioccolato fondente e unirlo al resto:

– Aggiungere infine burro e latte e frullare tutto insieme fino ad ottenere un composto denso e compatto.

– Trasferire il tutto in un pentolino e far cuocere per circa 5 minuti (fate attenzione a non farlo attaccare al fondo), quindi mettere la nutella in un contenitore ermetico e, una volta fredda, conservare in frigo per 1 settimana.

 

Nutella fatta in casa

Nutella fatta in casa

Nutella fatta in casa

Nutella fatta in casa

Annunci

Pasta fatta a mano: Orecchiette

Ok ok, ora vado a cucinare e vi lascio in pace, ma prima fatemi postare qualche leccornia.

Dopo le Farfalle e gli Strozzapreti, non potevo lasciare in disparte le mie amate Orecchiette.

Lo ammetto, ci hanno fatto penare, io e mio marito, in due, abbiamo impiegato più di un’ora per farne circa un kg. Il risultato, però, è stato decisamente piacevole!

La paternità spetta alla Puglia, anche se pare che una pasta simile fosse preparata anche in Provenza, perché facile da essiccare e quindi da mantenere come scorta.

La Ricetta prevede la solita quantità di acqua e farina come indicato qui.

Pasta fatta a mano: Orecchiette

Pasta fatta a mano: Orecchiette

Preparazione:

  • Dopo aver preparato l’impasto, creare degli gnocchetti di circa 3x3cm.
  • Arrotolateli creando delle palline
  • Potete decidere se lavorarle a mano, utilizzando il pollice, o un coltello per spalmare, il primo sistema è più veloce, potete utilizzare due pollici contemporaneamente, ma non tutti ci si trovano. Il trucco, in entrambi i casi, sta nel “trascinare” la pasta cercando di farla arrotolare su se stessa, creando la tipica forma a orecchia! Vi mostro le foto di entrambi le lavorazioni:
  • Pasta fatta a mano: Orecchiette

    Pasta fatta a mano: Orecchiette

    Pasta fatta a mano: Orecchiette

    Pasta fatta a mano: Orecchiette 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

So che potrei essere stata poco chiara, per questo spero che le foto rendano meglio il concetto.

La ricetta migliore (e tipica) è prepararle con le cime di rapa.

E a voi, come piacciono?

Pasta fatta a mano: Strozzapreti

Come sapete, da qualche tempo io e mio marito ci diamo alla produzione di pasta di semola fatta in casa 🙂

Ho già mostrato la procedura per preparare le Farfalle, oggi vorrei mostrarvi il nostro tentativo completamente homemade di fare gli Strozzapreti.

Strozzapreti fatti a mano

Strozzapreti fatti a mano

Gli Ingredienti sono sempre gli stessi che trovate a questo link, la procedure invece ve la mostro subitissimo!

Pasta di origine Romagnola o Marchigiana (la dedico alla mia adorata cuginetta in dolce attesa), è ormai diventata un must in ogni regione, predilige sughi ricchi come ragù di carne, ma anche con un sapore delicato come il tartufo non sono da sottovalutare!

Secondo una leggenda, pare che il nome derivi dall’abitudine delle donne romagnole di preparare questa pasta con lo scopo di portarle in offerta ai preti, ma i mariti delle suddette mogli, piuttosto anticlericali, auguravano ai preti di strozzarsi mentre li mangiavano!

Ma come si preparano, direte voi?

Et voilà, ve lo mostro subito!

Preparazione:

  • Dopo aver ottenuto la pasta come da ricetta, stendetela con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia spessa, di circa 5 mm.
  • Da questa sfoglia dovrete ottenere delle striscioline di larghezza 1.5-2 cm.
  • Piegate quindi entrambi i lati della strisciolina così ottenuta, quindi arrotolatela su ste stessa dandole una leggera affusolata.
  • Tagliate quindi ad una lunghezza di circa 5 cm per formare il singolo Strozzaprete!

 

La ricetta originale prevede la lavorazione della pasta creando prima i singoli strozzapreti e poi dando la forma affusolata ad ognuno di loro. Un lavoro piuttosto lungo ed elaborato, che io, senza saperlo ho velocizzato lavorando prima la strisciolina di sfoglia lunga e poi tagliandola da lavorata.

A voi la scelta di come prepararla, ma sappiate che, in entrambi i casi, voglio le foto 😉

Enjoy your meal 😛

Pasta fatta a mano: Fettuccine all’uovo

Dopo aver testato che fare la pasta in casa con le proprie mani è facile anche per un uomo che di pietanze ne capisce solo se sono già nel piatto, come il mio dolcissimo futuro maritino, vi presento la mia/nostra ricetta!
Premetto che ognuno prepara la pasta all’uovo a modo suo, c’è chi usa uova intere, c’è chi aggiunge acqua, chi mette solo il rosso dell’uovo. La differenza sta soprattutto nella durezza dell’impasto sia in fase di preparazione che in fase di addentatura 😉 ma in ogni caso godetevi il risultato certo!
La mia ricetta, in genere, è farina e tuorlo d’uovo (un tuorlo ogni 100 gr di farina) ma per aiutare il mio neofita della pasta, ho scelto di usare tutto l’uovo, compreso di albume!

Ingredienti:

  • 100 gr di farina 00 a persona (io vi consiglio, anche se difficile da trovare, la farina “Il Molino Antigrumi“, spettacolare anche per i dolci!);
  • 1 uovo intero ogni 100gr di farina;
  • un pizzico di sale.

Preparazione:

  • Formate con la farina la buca e metteteci dentro le uova e un pizzico di sale;
  • con una forchetta aiutatevi ad impastare gli ingredienti, passando successivamente all’impasto manuale fino all’ottenimento di un impasto omogeneo e compatto;
  • proteggete l’impasto con un panno di cotone e fate riposare per un’ora;
  • a questo punto scegliete il tipo di stesura che preferite. Considerate che stendere e tagliare le fettuccine con il solo aiuto delle mani renderá l’impasto più ruvido e quindi accorperà meglio il condimento con cui le andrete a preparare, mentre l’impasto a macchina risulterà più liscio, lasciando scivolare il sugo con più facilitá;
  • se farete a mano, aiutatevi magari con il mattarello, spianando la pasta fino ad un’altezza di circa 2-3 mm, quindi ripiegatela su ste stessa e tagliate le fettuccine con un coltello affillato, quindi spolverate di farina per evitare che si attacchino e siete pronti a cuocere;
  • se invece volete aiutarci con la macchina, diminuite la pressione dello stendipasta poco alla volta, partendo dalla posizione n.1 (io mi sono fermata alla n.3) quindi prendete il “tagliafettuccine” e procedete con il taglio. Anche in questo caso infarinate e cuocete la pasta!
  • Io l’ho lasciata in cottura per circa 5 minuti, non vi spaventate se l’impasto risulta tosto sotto i denti. La vera pasta all’uovo dev’essere tosta!!

Tips and Tricks: in fase di cottura, buttate nella pasta una goccia d’olio d’oliva. Vi aiuterà ad evitare che le fettuccine si attacchino tra loro!

20130602-095841.jpg